foto astronomiche

Il Triangolo Australe e il Tucano

Postato il Aggiornato il


La foto di oggi raffigura il Triangolo Australe (in latino Triangulum Australe, Trianguli Australis abbreviato in TrA) una costellazione piccola, ma appariscente situata nell’emisfero australe, le cui tre stelle più brillanti, di seconda e terza magnitudine, formano un triangolo quasi equilatero. Bellissima!!
Triangolo-Australe
Clicca sull’immagine per ingrandire

Una Stella per Amica

Il Triangolo Australe (in latino Triangulum Australe,  Trianguli Australis abbreviato in TrA) è una delle 88 costellazioni moderne, situata nell’emisfero australe celeste.
Si tratta di una piccola ma appariscente costellazione dell’emisfero meridionale, le cui tre stelle più brillanti, di seconda e terza magnitudine, formano un triangolo quasi equilatero; a queste si aggiungono altre due stelle di quarta grandezza, che rendono così la costellazione per certi versi simile ad un “triangolo mozzato”. Si trova sul bordo meridionale della Via Lattea, nel cui chiarore appare parzialmente immersa; non contiene tuttavia campi stellari particolarmente ricchi visibili ad occhio nudo o con piccoli strumenti. La sua individuazione è facilitata dalla presenza, a nordovest, delle brillantissima coppia di stelle formata da Alfa Centauri e Hadar. Il Triangolo Australe fu introdotto da Johann Bayer nel 1603, nel suo lavoro Uranometria, per riempire alcune aree di cielo rimaste ancora prive di costellazioni a sud dello Scorpione…

View original post 859 altre parole

Foto Via Lattea – Come ha fatto?

Postato il Aggiornato il


Fotografiamo la Via Lattea

Per la rubrica “Come ha fatto?” prendo spunto da una bellissima foto vista su Facebook che ritrae una maestosa Via Lattea nel cielo di un paese delle Marche. Ovviamente, ad occhio nudo non potremmo mai vedere uno spettacolo simile, rivelato solo all’obiettivo di una fotocamera in lunga posa.

Via Lattea Foto

Come ha fatto?

Ecco la strumentazione utilizzata e i dati di scatto dichiarati dallo stesso autore.

La foto in questione è stata realizzata con una posa di 30 secondi utilizzando una FOTOCAMERA CANON 70D e questo OBIETTIVO 10mm – F 3,5 – ISO: 3200.
L’aver utilizzato un obiettivo grandangolare ha consentito all’autore di ridurre l’effetto startrail, ossia quelle particolari scie stellari dovute alla rotazione terrestre. Lo scatto remoto in questi casi è un must.

Cosa ne pensate?

OBIETTIVO CANON EF-S 10-22

Questo obiettivo ultragrandangolare dona un’espressività veramente dinamica alle tue foto, alterando drasticamente la prospettiva. L’obiettivo ti permette d’essere vicinissimo ai soggetti, esagerando la differenza di dimensioni tra l’oggetto e lo sfondo. I fotografi possono sfruttare questa possibilità per creare contrasti eccellenti tra il soggetto e lo sfondo o per creare un particolare effetto di messa a fuoco di ogni elemento dell’immagine.

Obiettivo Canon Ef 10-22

Clicca qui per informazioni sulle caratteristiche tecniche e sui prezzi.

Link Foto originale